Prelievo del sangue, presto si potrà eseguire con una semplice ventosa

siringaI ricercatori dell’Università Wisconsin-Madison negli Stati Uniti hanno messo a punto un macchinario in grado di prelevare il sangue in modo quasi indolore. Il dispositivo, realizzato interamente in plastica e dalle dimensioni tali da poter essere raccolto nel palmo di una mano, è costituito da una ventosa in grado di assorbire il sangue in maniera del tutto indolore e soprattutto senza bucare la cute. Estraendo il sangue dai capillari, è possibile raccoglierne una quantità sufficiente per testare colesterolo, glicemia, infezioni e cellule tumorali, semplicemente premendolo per due minuti contro la pelle. Grazie a una specie d’effetto sottovuoto e sfruttando i principi di tecnologia microfluidica, il sangue fluisce infatti direttamente nella provetta staccabile collegata, senza bisogno di alcuna formazione medica per chi lo adopera. Il nuovo dispositivo inibisce la vista del sangue perché la piccola ventosa si applica sul braccio e il sangue viene assorbito senza che il paziente se ne renda conto. L’azienda che ha messo a punto questo meccanismo sta sviluppando, inoltre, uno stabilizzatore da inserire nelle provette in modo che il sangue prelevato possa resistere un’intera settimana fino a 60 gradi centigradi ed essere ancora analizzabile. La provetta potrebbe essere così consegnata o spedita ai laboratori senza ricorrere a trattamenti speciali o trasporti refrigerati. Nonostante negli anni gli aghi siano diventati sempre più sottili e le misure di prelievo sempre più rapide e pratiche, a temere i prelievi sono molte più persone di quante ci si possa immaginare. La “paura” dell’ago non riguarda infatti solo i bambini. Anche molti adulti non riescono a superare l’ansia del classico prelievo ematico. Per il momento l’apparecchio è solo un prototipo, ma se ne prevede la realizzazione entro il 2016.