Prevenzione femminile: cambia in base alla fascia di età

La prevenzione è molto importante per la salvaguardia della nostra salute. Ogni tappa della vita necessita di esami adeguati. Ecco una lista degli esami fondamentali che ogni donna dovrebbe eseguire.

20 anni
Pap Test: Va eseguito per la prima volta con l’inizio dell’attività sessuale e si ripete ogni 2-3 anni.
L’autopalpazione del seno e visita senologica: consente di conoscere la struttura del proprio seno e di individuare precocemente eventuali alterazioni da segnalare al medico.
Esame Pelvico e visita ginecologica: Controllare le ovaie, l’utero e il nostro apparato riproduttivo per essere sicure che tutto fili liscio.

30 anni
Esami per la tiroide e pressione: per controllare che non ci siano anomalie di funzionamento.
Esami ginecologici: come già previsto nella fascia di età compresa dai a 20 e i 30 anni.

40 ANNI
Agli esami di routine citati già per le fasce di età precedenti va aggiunta:
Mammografia: Da ripetere una volta l’anno.

50 anni
MOC: soprattutto per le donne soggette all’osteoporosi è necessario fare un check up dello stato di salute delle nostre ossa.
Colonoscopia: Per controllare l’eventuale insorgenza di un tumore intestinale.

Tra i 50 e i 60 anni
In questo decennio caratterizzato della menopausa l’organismo femminile subisce diversi cambiamenti. Inoltre è fondamentale la prevenzione oncologica oltre che quella generale dal momento che il rischio  tumore tende aumentare in questa fascia di età.
Saranno quindi necessari:
Visita ginecologica: per un consulto medico soprattutto dopo la comparsa dei primi sintomi di menopausa.
Visita senologica: da ripetere ogni anni affiancata alla mammografia come previsto dalle linee guida italiane.
Pap-test e autopalpazione del seno: non vanno mai trascurati in qualsiasi fascia d’età.
Gli ormoni: l’uso della terapia ormonale sostitutiva dopo la menopausa costituisce un fattore di rischio per il cancro del seno.