Ricreato femore con omero donato: primo caso su bimbo di sei anni

doctor-650534_1920Una sperimentazione lunga due anni. Questa la pratica eseguita dai medici della Città della Salute e della Scienza di Torino su un bambino di 6 anni affetto da osteosarcoma, un raro tumore delle ossa che fa registrare circa 150 casi l’anno.

È stata utilizzata un’innovativa tecnica di intervento, che consiste nel ricostruire il femore malato con un omero donato (successivamente rivestito in ceramica) e opportunamente rovesciato. Una novità, visto che questa tecnica era stata utilizzata solo su bambini più grandi.

L’operazione consisteva nell’asportare la parte distale del femore (cioè l’articolazione del ginocchio) e poi la successiva ricostruzione con un omero rovesciato, utilizzato come alternativa, viste le piccole dimensioni del ginocchio e l’età del paziente. Per concludere l’intervento, sono stati ricostruiti tutti i legamenti, ricostruendo la capsula e preservando la tibia.

La tecnica è stata giustamente premiata al Congresso Internazionale di tecnologia e chirurgia proteica di Boston. L’intervento, svoltosi all’ospedale infantile Regina Margherita due anni fa, è stato reso noto solo ora perché si è deciso di aspettare la certezza del successo. Sono stati necessari due anni di cure, ma alla fine è stato possibile gridare con successo, che il bambino, ora di 8 anni, è guarito e conduce una vita normale di un bambino della sua età.