Salute andrologica in allarme tra i giovani

Un recente studio italiano pubblicato sulla rivista scientifica Andrology condotto dalla Società Italiana di Andrologia e Medicina Sessuale (Siams) e supportato dal Ministero della Salute ha esaminato le risposte di un sondaggio che ha coinvolto oltre 10.000 giovani con età compresa trai 18 e i 19 anni e ha osservato oltre 3.816 esami medici.

Dallo studio è emerso che l’abuso di alcol in questa fascia d’età è molto comune e che influenza fortemente la riduzione del volume testicolare che a sua volta può ridurre la capacità di produzione degli spermatozoi.

Dalla ricerca sono emersi altri dati importanti relativi alla salute dei giovani tra i quali che: il 16,6% degli adolescenti è già sovrappeso, il 3% è invece sottopeso e il 2,3% è addirittura obeso. Un altro dato ancora più allarmante è che tra i giovani sessualmente attivi (6 su 10), il sesso non protetto è molto comune.

Infine, il sondaggio ha confermato che l’11,6% dei giovani di esaminati aveva già dovuto affrontare trattamenti per disturbi andrologici di cui il 14% relativo al volume dei testicoli, il 27% per il varicocele, il 7% per la fimosi e il 5% per l’eiaculazione precoce.

Il prof. Daniele Gianfrilli, ricercatore della Scuola di Endocrinologia dell’Università Sapienza di Roma ha dichiarato: “Tra gli adolescenti è necessario aumentare la prevenzione della salute andrologica per preservare la loro futura possibilità riproduttiva”.