Salute della bocca: ecco perché è così importante

Un recente studio svolto da alcuni ricercatori dell’Univchilli-1437775_640ersità di Bristol ha individuato il processo chiave che permette ai batteri che proliferano nella nostra bocca, di viaggiare letteralmente attraverso il flusso sanguigno e poi causare malattie cardiache come l’endocardite infettiva che ha un tasso di mortalità del 30% se trattata, ma che è sempre fatale se non curata.

I ricercatori guidati dalla dott.ssa Catherine Back della Bristol University’s School of Oral and Dental Sciences, hanno utilizzato un microscopio a raggi X gigante con cui hanno potuto osservare la struttura e la dinamica della proteina CSHA responsabile del danno del batterio orale Streptococcus gordonil ai tessuti nel cuore. I risultati dello studio, sono stati pubblicati sul Journal of Biological Chemistry.

La scoperta permette di fare indubbi passi in avanti sulla questione e consente a tutti noi di prendere più a cuore la salute della nostra bocca.

La presenza di batteri nella bocca è normale. Specie dopo che si è mangiato. Ecco pertanto come curare l’igiene orale sia importante non solo per prevenire le malattie gengivali e danni ai denti, ma anche per prevenire malattie cardiache pericolose. Mantenere la bocca in salute è perciò di primaria importanza. La prima regola è sicuramente quella di un’accurata pulizia: ecco perché bisognerebbe sempre lavare i denti dopo ogni pasto e prima di andare a letto. Un’altra ottima abitudine è di usare regolarmente il filo interdentale al fine di rimuovere i residui di cibo fra dente e dente. Anche la dieta e gli alimenti hanno un ruolo chiave importantissimo per la salute dei denti e più in generale per quella della bocca, da non sottovalutare per le già citate possibili conseguenze. L’acqua si conferma alimento non solo per il corpo, ma anche per la salute dei denti, grazie al contenuto di calcio e fluoro. Deve essere bevuta in abbondanza e a fine pasto, specie se la dieta è stata acida. Sì anche a infusi, tè e tisane, ma rigorosamente senza zucchero, e pure al caffè a fine pasto, che non fa male ai denti, meglio se macchiato con un po’ di latte.

Per la salute della bocca è, inoltre, indispensabile sottoporsi periodicamente alle visite di controllo dal dentista. Bisogna poi cambiare spazzolino ogni 2-3 mesi (o comunque quando le setole si usurano e si deformano), con un tempo di spazzolamento che non dovrebbe mai essere inferiore ai 3-5 minuti.

Bastano poche semplici attenzioni e piccoli gesti per prenderci cura di noi stessi e della nostra bocca ed evitare di essere aggrediti dai batteri, anche se questo non è sempre possibile e, in molte occasioni, la situazione non è così semplice o scontata.