Scoperti i meccanismi con cui si creano le metastasi del tumore al seno

cells-1872666_1920Due studi, recentemente pubblicati sulla rivista scientifica Nature, spiegano come alcune forme tumorali (come quella al seno) possono diffondersi in altri organi, ancora prima che il tumore si sviluppi.

Gli studi condotti dai ricercatori americani della Icahn School of Medicine at Mount Sinai di New York e dell’università tedesca di Regensburg, hanno dimostrato che in alcuni casi le neoplasie restano “dormienti” per un lungo tempo per poi “risvegliarsi”, iniziando la formazione di metastasi piuttosto aggressive e spesso letali.

Le due squadre di ricercatori hanno pubblicato studi molto simili: il team tedesco, il quale aveva già scoperto che le cellule malate di tumori invasivi si diffondevano in tutto l’organismo, è riuscito ad identificare i meccanismi con cui le cellule cancerose si diffondono nell’organismo; lo studio americano invece, ha scoperto due alterazioni molecolari (l’oncogene HER2 attivo, e l’oppressore tumorale P38 spento) in grado di ricevere “un messaggio” che gli ordina di spostarsi in altre parti del corpo.

Massimo Di Maio, consigliere nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica e direttore del dipartimento di Oncologia dell’Azienda Ospedaliera Ordine Maurizio di Torino, commenta che questo studio è un importante passo avanti nella comprensione di situazione particolari, dove la neoplasia viene scoperta e asportata senza però riuscire a bloccare lo sviluppo metastatico.