Scottature solari. Rimedi e consigli

52Abbronzarsi per gradi, utilizzando creme solari adeguate al proprio fototipo, non esporsi nelle ore ritenute più pericolose (tra le ore 11 e le 15). Queste sono le principali raccomandazioni da seguire per evitare i fastidiosi rossori e scottature solari.

Purtroppo, nonostante le dovute precauzioni, spesso al termine di una giornata al mare la pelle si presenta accaldata ed arrossata. Il primo rimedio è sicuramente l’utilizzo di creme ad azione lenitiva e riparatrice a base di estratti vegetali, come l’aloe, tè verde, malva e camomilla, che hanno un effetto calmante ed addolcente.

Per un sollievo immediato è possibile tamponare le parti arrossate con un panno bagnato o una borsa del ghiaccio.

Se le scottature sono più gravi potrebbero comparire anche vescicole e bolle. In questo caso serve la massima igiene, per evitare le sovrainfezioni batteriche e antibiotici da applicare localmente per alleviare i sintomi, l’assunzione di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) per via orale. Nei casi più gravi il medico potrebbe consigliare l’applicazione di pomate cortisoniche.

Si sconsigliano unguenti o lozioni contenenti anestetici e ulteriori esposizioni al sole, fino alla completa regressione della scottatura.