Seno imperfetto: può essere un segnale di allarme

Le anomalie mammarie sono un problema molto comune e sempre più frequente.

I “difetti” del seno possono essere diversi; il più comune e quando i seni si presentano stretti e allungati e risultano cadenti già in giovane età. Un’altra anomalia molto comune è il seno asimmetrico, ovvero quando i due seni hanno forma e/o dimensioni diverse.

Secondo uno studio pubblicato su Breast Cancer Research l’asimmetria del seno sarebbe anche strettamente legata a una probabilità più alta di sviluppare un tumore nell’area soggetta rispetto a coloro che hanno invece un seno regolare.

Secondo la ricerca coloro che hanno un seno asimmetrico hanno il 50% delle possibilità che si sviluppi un nodulo.

La dott.ssa Diane Scutt dell’Università di Liverpool (UK) e il suo team ha preso in esame ben 252 casi e valutati in due tempi. Al primo esame le donne risultavano tutte perfettamente in salute e al secondo effettuato dopo qualche tempo hanno iniziato a sviluppare problematiche (noduli o tumori).

I ricercatori hanno notato che coloro che avevano sviluppato un cancro erano in percentuale superiore coloro che al primo esame avevano un pronunciamento asimmetrico.

Pertanto si è concluso che le donne  con asimmetria sono più soggette a sviluppare il cancro rispetto a quelle il cui seno è regolare. Dunque l’irregolarità può essere considerata un segnale di allarme per capire quanto una donna potrà essere a rischio di tumore nel suo futuro.