Troppo sole può causare la perdita dei capelli

L’esposizione eccessiva o prolungata al sole può essere causa di calvizie.

Una scottatura dello scalpo con  una conseguente irritazione scatena una produzione di “superossido” una sostanza antinfiammatoria che ammortizza la scottatura ma allo stesso tempo può danneggiare i follicoli e provocare una caduta indotta anche 3-4 mesi dopo l’evento scatenante.

Uno studio dell’Università della Pennsylvania (Usa) ha dimostrato che l’esposizione prolungata a sole può causare forte stress ossidativo su tutto il capello e può provocarne anche lo sbiadimento del capello. Inoltre, i raggi del sole agiscono sulle desmogleine, proteine che hanno il compito di trattenere il pelo dentro il follicolo pilifero, provando così una caduta dei capelli è anticipata.

Si  consiglia pertanto durante esposizioni prolungate al sole di usare uno schermo protettivo alto e proteggere il capo con un cappello. Evitare l’esposizione al sole soprattutto nelle ore in cui i raggi solari sono molti intensi (dalle 10 del mattino alle 2 del pomeriggio).

È importante ricordare che anche all’ombra l’intensità della radiazione ultravioletta può essere il 50% di quella della luce diretta, mentre la sabbia della spiaggia intensifica l’intensità del 25% (la neve il 100%).