Steroidi e danni collaterali

Nonostante gli ormai noti effetti collaterali, l’uso non medico di anabolizzanti è sempre più comune.

Una ricerca dell’Università medica statale di San Pietroburgo presentata a Lione ha intervistato circa 550 uomini, di questi ben il 30,4% usa steroidi. Il 74,3% aveva un’età compresa tra i 22 ei 35 anni. Il 70,2% ha ammesso di essere a conoscenza degli effetti collaterali ma scelgono di continuare a prenderli.

Gli steroidi danneggiano anche il liquido seminale e aumentano il rischio di disfunzioni sessuali, malattie cardiache e danni al fegato.

Il dottor Mykola Lykhonosov ha spiegato: “Dobbiamo affrontare questo crescente problema di salute pubblica, aumentare la consapevolezza attraverso la promozione di storie di ex utenti, su come l’abuso di steroidi ha avuto un impatto negativo sulla loro salute e sulla vita, potrebbe essere un buon messaggio forte per scoraggiare gli abusi“.

L’uso non medico di anabolizzanti avviene soprattutto tra chi fa sport non agonistico dal momento che in ambito agonistico i controlli sono molto frequenti e rigidi. È invece fortemente diffuso tra chi va in palestra e fa body building è vuole ottenere un veloce aumento della massa muscolare senza essere realmente consapevoli degli effetti collaterali. Inoltre gli steroidi danno assuefazione rendendo difficile una volta presi farne a meno.