È stato sviluppato il correttore del Dna malato

dna-163466_1280Grazie alla nuova tecnica “taglia e cuci” per la riparazione del Dna lanciata nel 2015, un gruppo di ricercatori del Centro di Biotecnologie Integrate dell’Università di Trento, ha scoperto un modo per riprodurre in maniera infallibile questa tecnica.

Conosciuta con il nome Crispr-Cas9, la tecnica soprannominata del “taglia e cuci” per riparare il Dna consiste nell’editing genetico, cioè una specie di sovrascrittura del Dna, che permette sia di distruggere un gene responsabile di una malattia, ma anche di sostituire un gene malato con un gene sano. Se si riuscisse ad avere il controllo totale di questa tecnica, so potrebbero trovare le cure per molte malattie rare, genetiche o addirittura di tumori.

Ma come funziona questa tecnica dal punto di vista scientifico?  Il Crispr-Cas9 è una macchia molecolare, cioè una sequenza di Rna, ossia un frammento di acido ribodessinucleico in grado di intercettare specularmente la sequenza di Dna del gene che si intende sostituire o distruggere. Dopo aver effettuato il riconoscimento entra in azione il Cas9, cioè un enzima capace di tagliare il Dna (per questo viene chiamato editing).

Questa metodologia viene considerata dagli esperti rivoluzionaria, tanto da essere stata definita la scoperta dell’anno 2015. Come però tutte le scoperte, potrebbe nascondere anche lati negativi: infatti l’una potrebbe anche sbagliarsi nell’identificare il gene, agganciandosi ad un gene simile a quello che si intende sostituire o eliminare.

Secondo Anna Cereseto, uno dei principali autori dello studio appena pubblicato su Nature Biotechnology, che basterebbero pochi nucleotidi diversi e l’una si potrebbe confondere. In questo modo, l’enzima Cas9 eliminerebbe punti non selezionati di Dna.

Grazie al lavoro dei ricercatori del Centro di Biotecnologie dell’Università di Trento, è stato creato un enzima basato sul Cas9, chiamato evo-Cas9 in grado di tagliare il Dna solo quando l’una ha riconosciuto il gene al 100%. Al momento, questo sistema è il più evoluto al mondo, e manca davvero poco affinché possa davvero essere infallibile.