Sviluppato un dispositivo che rileva la presenza di cellule tumorali nel sangue

wormhole-2296580_1280Il nuovo dispositivo creato in Spagna, analizza in tempo reale il numero preciso delle cellule tumorali presenti in un campione di sangue.

Questo strumento è stato messo a punto da un team di ricercatori del dipartimento di chimica organica e fisica della URV, in Spagna, i quali sono riusciti a creare un dispositivo portatile in grado di rilevare l’eventuale presenza di cellule tumorali nel sangue. Grazie a questo dispositivo, sarà possibile ridurre i tempi di diagnosi e di trattamento.

Lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports, rivista del gruppo Nature, dove viene spiegato che il dispositivo è stato testato con successo su pazienti colpiti da cancro al seno. Ma i risultati dello studio e dei test, hanno dimostrato che questo strumento può funzionare anche in presenza di altre neoplasie.

Ad oggi, i pazienti con patologie di questo tipo, sono costretti a sottoporsi a monitoraggi continui, perché è necessario tenere sotto controllo la malattia. Invece, col il nuovo dispositivo, sarà possibile evitare operazioni e interventi molto invasivi, come la radioterapia.

Il dispositivo e lo studio presentato dagli scienziati dell’URV, rappresenta il metodo clinico migliore mai creato fino ad oggi, perché migliora la qualità di vita del paziente, limitando, o eliminando addirittura, le procedure tradizionali più invasive.