I tacchi alti fanno male alla schiena

Oltre 15 i milioni di italiani soffrono di mal di schiena e una delle principali cause sono proprio i tacchi troppo alti.

Il tacco tende a modificare la struttura scheletrica della colonna vertebrale, mettendo a rischio le articolazioni non solo della schiena ma anche delle gambe.

I tacchi, alzano il tallone, spostando il baricentro in avanti e, per ritrovare l’equilibrio, si tende automaticamente a spostare la schiena all’indietro, provocando un inarcamento lombare che altera la distribuzione dei carichi sui dischi vertebrali.

Secondo una ricerca condotta dalla Stanford University, camminare con tacchi alti più di 7-8 centimetri modifica l’andatura determinando una maggiore pressione sulle articolazioni delle ginocchia che a lungo andare può facilitare anche lo sviluppo dell’artrite.

Naturalmente una calzatura di buona qualità permette di avere una cura maggiore del piede, aggiungendo stabilità ed equilibrio all’andatura. L’altezza del tacco ideale corrisponde a 3-4 centimetri, mentre oltre i 9-10 centimetri possono aumentare le difficoltà nell’equilibrio.