Tassare le sigarette per migliorare la sanità

cigarette-599485_1920È stato stimato che ogni anno, circa 6 milioni di persone muoiono a causa del fumo. Nonostante le ultime manovre messe in atto dalle istituzioni per contrastare questo problema, il numero di fumatori sembra non diminuire.

Non è la prima volta che si pensa ad una soluzione per far diminuire il numero di fumatori: in passato si erano stampati avvertimenti sui pacchetti, poi era stato aumentato il prezzo unitario dei pacchetti, in seguito sono stati eliminati i pacchetti piccoli e recentemente sono state aggiunte sui pacchetti foto raccapriccianti per indurre le persone a smettere di fumare. Stando però ai dati raccolti dall’OMS e dall’US National Cancer Institute, l’uso del tabacco e il vizio del fumo, non è in diminuzione, o almeno in diminuzione significativa. Inoltre, è stato quantificato in “un trilione” il costo del fumo sulla società (tra spese mediche e costi correlati).

L’ultima proposta, già discussa in passato, arriva dal ministro della salute Beatrice Lorenzin, la quale vorrebbe aumentare di 20 centesimi il costo di ogni pacchetto, così da portare ogni anno 700 milioni di euro nelle casse dello Stato, ed utilizzare questi soldi per colmare i buchi della sanità.