Il test del pupazzo a molla da fare a casa per controllare il tuo stato di salute

È possibile verificare il proprio stato di salute con veloci e facili test casalinghi che possono essere effettuati in qualsiasi momento e senza bisogno di strumenti particolari.

Tra i più immediati c’è il test del pupazzo a molla, “Jack-in-the-box” che consiste nell’alzarsi e sedersi dalla sedia, ripetendo il movimento per un minuto intero e usando il ticchettio di un orologio per controllarne la velocità. Bisogna nello stesso tempo misurare le pulsazioni per 30 secondi e moltiplicare il valore per due per ottenere la frequenza cardiaca di recupero al minuto e la differenza con quella a riposo da prendere possibilmente al mattino.

Questo semplice test può darci un’idea generale del livello di forma fisica.

Se infatti i battiti si mantengo fra 20 e 30 al minuto lo stato di salute può ritenersi non a rischio, se invece vengono superati i 40 vuol dire che il nostro fisico entra in affanno e ci suggerisce dunque la necessità di fare più esercizio fisico.

Il Prof. Gianfranco Beltrami, specialista in medicina dello sport spiega: “Il test proposto è sicuramente valido, ed è uno dei tanti in uso per valutare le capacità di adattamento dell’apparato cardiovascolare e il recupero dopo sforzo. È molto simile all’Iri test (Indice rapido di idoneità), obbligatorio per legge per la concessione dell’idoneità alla pratica agonistica dei principali sport e che consiste nel salire e scendere uno scalino (alto 30-40-50 cm a seconda della statura del soggetto), per 3 minuti, alla frequenza di 30 cicli al minuto (90 salite). Terminata la prova, dopo 1 minuto e per 30 secondi di seguito, si controlla la frequenza cardiaca”.