Tutte le malattie che si possono prendere dalla tavoletta del water

I bagni pubblici sono l’incubo soprattutto per le donne. Secondo un sondaggio britannico effettuato su 528 donne, l’85% delle intervistate si piega sulle gambe per urinare nei bagni pubblici e il 12% copre seduta con carta igienica. Solo il 2% si siede direttamente sull’asse del wc.

Ma quali malattie si possono davvero prendere dalla tavoletta del water?

A differenza di ciò che tutti immaginano difficilmente si possono contrarre le malattie sessualmente trasmissibili come sifilide, gonorrea, piattole o qualsiasi altra patologia del genere dal momento che tali batteri difficilmente sopravvivono su superfici dure e fredde.

Le superfici dure possono ospitare invece batteri e virus di altro genere come quelli dello stafilococco resistente agli antibiotici, il norovirus, l’Escherichia coli, Shigella e lo streptococco.

C’è da dire però che questi microbi sono contenuti nelle feci o nel vomito, ovviamente visibili sulla tazza e quindi facilmente evitabili.

Meno visibili sono invece le goccioline provocate dal getto dello scarico che possono volare anche a parecchi cm di distanza. L’utilizzo delle salviette antisettiche potrebbe sensibilmente ridurre i germi presenti sulla tavoletta del wc di 50 volte.

Normalmente quindi il pericolo è minimo a meno che i germi entrino in una ferita aperta o vengano trasportati dalla mano a bocca, naso, occhi. Si consiglia pertanto un accurato lavaggio delle mani con acqua e sapone dal momento che numerosi studi hanno dimostrato che molte superfici nel bagno come maniglie, chiavistelli delle porte, erogatori, asciugamani, e così via sono sporche come, o più delle tavolette del water.