Un quarto d’ora di solitudine al giorno riduce lo stress

womens-2701154_1920Un recente studio americano suggerisce di trascorrere 15 minuti al giorno da soli, riducendo così irritabilità ed emozioni negative. Leggere un libro, meditare o guardare il soffitto: cos’hanno in comune queste attività? Vengono svolte quasi sempre da soli.

In uno studio effettuato dall’Università di Rochester di New York, è stato chiesto a 114 partecipanti di compilare un questionario, dopo aver sostenuto una conversazione e in seguito rimaste per 15 minuti da soli. Dai risultati è emerso che chi era stato da solo per un quarto d’ora, ha provato meno emozioni negative; chi invece non ne aveva usufruito, ha provato irritabilità e agitazione.

Un’altra prova ha dimostrato che su oltre 100 persone, i vantaggi del quarto d’ora solitario non dipendevano da come si trascorressero i 15 minuti (che si leggesse un libro o si vagasse liberamente col pensiero), ma l’importante era stare soli per un quarto d’ora. Alcuni partecipanti però, hanno anche dimostrato una certa sensazione di solitudine (in senso negativo) dopo essere stati soli.

Dopo aver effettuato altre prove, gli esperti hanno indicato che la solitudine può favorire il benessere mentale, decomprimendo lo stress accumulato. E questo beneficio non dipende da come si trascorre il quarto d’ora di solitudine, basta che ci sia, permettendoci di rilassarci veramente.