Un uomo su 10 ha un cuore più anziano dell’età reale

science-1336663_1920Una recente indagine condotta dal Public Health England, agenzia del ministero della salute inglese, ha dimostrato che a 50 anni gli uomini hanno un cuore che ne dimostra 60.

Nel 2015 è stata lanciata un’iniziativa su larga scala (Heart Age Test) per aiutare le persone a scoprire se fossero a rischio infarto o ictus. Quest’anno è stata effettuata un’altra analisi, coinvolgendo 1,2 milioni di cittadini inglesi di mezza età, dimostrando che un individuo su dieci a 50 anni ha il cuore di un uomo di 60. Questa situazione espone ad un rischio maggiore di infarto e ictus.

Dei 1,2 milioni di persone analizzate, 33.000 erano uomini di 50 anni. Analizzando poi i risultati, è stato calcolato che ogni mese circa 7.400 persone muoiono d’infarto o ictus, e circa l’80% di questi eventi hanno meno di 75 anni. Inoltre, la quasi totalità di questi eventi potrebbe essere prevenuta.

I dati sono molto preoccupanti, soprattutto se si pensa che in Inghilterra 5,6 milioni di persone non conoscono la propria pressione. Per ridurre questi dati, andrebbero apportati semplici ma importanti cambiamenti, come una maggiore attività fisica o smettere di fumare.