Vendite di Viagra, l’Italia si piazza al secondo posto in Europa

viagra-70398_128086 milioni. Questo è il numero di compresse di Viagra vendute in Italia in diciotto anni, ed è proprio questa cifra a far sì che il nostro Paese occupi la seconda posizione nella classifica dei consumi, preceduto soltanto dal Regno Unito. Andando ad esaminare la mappa dei consumi nel nostro territorio, e’ risultata in cima alla classifica la regione Lombardia seguita dall’ Emilia Romagna, dalla Toscana, e dalla Liguria. In generale nel Sud Italia il consumo si attesta al di sotto la media nazionale, e la regione dove la cosiddetta pillola dell’amore viene assunta con minore frequenza è la Basilicata, in cui il consumo si aggira intono alle 230 compresse ogni 1000 abitanti di età superiore a 40 anni.  L’analisi delle città con maggior consumo pone al primo posto Roma, con oltre 570 mila compresse vendute nel 2013.

Un problema è però rappresentato dal fatto che molti utilizzatori del farmaco, lo acquistano su internet e senza ricetta medica, ricorrendo a un mercato illegale che rappresenta oggi il 40% del mercato globale di questi prodotti. Purtroppo il fenomeno delle vendite illegali è in forte aumento e a ciò contribuisce l’incremento dei consumi negli under 40 (pari a uno su quattro) oltre al  cattivo stile di vita. L’obesità, il fumo, l’abuso di sostanze alcoliche e la scarsa attività fisica hanno infatti ripercussioni negative anche sulla salute: non soltanto sessuale. Alla base della disfunzione erettile, di cui soffrono circa 3 milioni di italiani, c’è una mancata risposta dell’organo sessuale maschile al desiderio provato dal cervello, una sorta di difetto di “comunicazione” che può avere cause fisiologiche, attribuibili ad esempio a fattori cardiovascolari, neurologici o ormonali, o psicologiche, legate cioè alla salute psichica dell’individuo o alla relazione di coppia. Il rimedio a questa condizione sembra però non mancare, ed è proprio il nostro Paese a dimostrarlo.