World No Tobacco Day: in Italia aumenta il numero delle fumatrici

Giornata del tabaccoIn Italia le donne non riescono a smettere di fumare nonostante sia ben noto ormai che le sigarette uccidono ogni anno 7 milioni di persone nel mondo. Questi sono i dati forniti dall’Oms in occasione della giornata mondiale contro il Tabacco.

Secondo una ricerca promossa dalla Fondazione Umberto Veronesi, che ha coinvolto un campione di 1.502 italiane fra i 15 e i 65 anni, in Italia fuma il 45% delle donne e il 38,6% lo fa tutti i giorni. Dieci su cento fumano almeno 16 sigarette al giorno. Il numero maggiore di fumatrici è già in età matura e sono soprattutto donne meridionali.

Ma perché le donne non riescono a smettere? Le cause sono diverse. Principalmente le donne hanno rivelato di aver bisogno della sigaretta per rilassarsi e stemperare le tensioni quotidiane. Dichiarano, inoltre, poca determinazione nel voler smettere affermando che uno degli ostacoli maggiori è la vicinanza ad amici e parenti che fumano, unito alla paura di ingrassare.

La mortalità per tumore del polmone è dunque in aumento nelle donne. La percentuale di casi di tumore del polmone negli uomini è scesa del 2,5% mentre è tristemente aumentata del 2,4% nelle donne.

In occasione della Giornata Mondiale Senza Tabacco, dal 29 al 31 maggio 2018 ci saranno tante iniziative nelle piazze italiane promosse per contrastare il tabagismo.

In Piazza della Scala, a Milano, dal 29 al 31 maggio è allestita la sigaretta gigante della campagna «Spegni l’Ultima» e la mostra sui danni del fumo al corpo umano «Cosa succede al tuo corpo quando fumi?». Dalle 10 alle 16, sarà possibile effettuare una spirometria gratuita per indagare lo stato di salute dei propri polmoni.