Arriva il prototipo della pelle elettronica in grado di rispondere agli stimoli cutanei

Grandi passi avanti nell’ambito delle tecnologie biomediche e robotica intelligente: arriva il prototipo della pelle elettronica in grado di rispondere agli stimoli cutanei.

Grandi passi avanti nell’ambito delle tecnologie biomediche e robotica intelligente: arriva il prototipo della pelle elettronica in grado di rispondere agli stimoli cutanei.

L’innovazione arriva dal lavoro complesso degli esperti della Royal Melbourne Institute of Technology (RMIT University). Il Dott. Madhu Bhaskaran, docente presso la RMIT University spiega: “La pelle è il più esteso organo sensoriale del nostro corpo, presenta caratteristiche complesse in grado di inviare segnali di allarme al sistema nervoso in caso di dolore. Il nostro team ha sviluppato una pelle artificiale in grado di reagire istantaneamente quando la pressione, il caldo o il freddo raggiungono una soglia dolorosa. Percepiamo e raccogliamo informazioni continuamente grazie alla pelle, ma la risposta al dolore si attiva solo in determinate circostanze e finora nessuna tecnologia elettronica è stata in grado di imitare realisticamente la sensazione di dolore“.

Il prototipo a cui hanno lavorato gli esperti è la combinazione di ben tre prototipi già in uso. “Le celle di memoria di ogni prototipo – dichiara il Dott. Ataur Rahman, coautore dello studio – sono responsabili dell’attivazione di una risposta quando la pressione, il calore o il dolore raggiungono le soglie che provocherebbero una reazione umana. Abbiamo essenzialmente creato i primi somatosensori elettronici, replicando le caratteristiche chiave del complesso sistema del corpo di neuroni, percorsi neurali e recettori che guidano la nostra percezione degli stimoli sensoriali“.

Tutti i prototipi precedenti utilizzavano segnali elettrici per imitare i livelli del dolore. Il nuovo prototipo invece reagisce a pressione e temperatura per fornire la giusta risposta elettronica un traguardo importantissimo che non era mai stato raggiunto prima.