Medici di famiglia: servono più fondi per fronteggiare la pandemia

In questo momento così drammatico è necessario destinare un aiuto economico ai medici di famiglia che necessitano di dispositivi di protezione per continuare a lavorare in sicurezza.

Claudio Pedrazzini, componente della Commissione Affari sociali alla Camera dei deputati  ha dichiarato: “In questa fase dell’epidemia è fondamentale implementare la medicina del territorio. Il supporto dei medici di famiglia sarà strategico nelle cure a domicilio e in strutture predisposte per i pazienti con sintomi medio bassi di infezione da coronavirus, in modo da evitare il sovraccarico delle strutture ospedaliere. Per ottenere questo obiettivo bisogna assicurare ai medici del territorio i dispositivi di protezione individuale necessari per assistere in sicurezza i malati e dotarli di test diagnostici e degli strumenti tecnologici utili al monitoraggio dei pazienti. È necessario inoltre pensare a un riconoscimento economico per l’impegno straordinario richiesto dalla situazione emergenziale da inserire immediatamente nella manovra o in un decreto Ristori ter”.

Pedrazzini conclude: “Il governo deve impegnare più risorse economiche in questo passaggio delicato tanto per la pandemia quanto anche per la cura dei pazienti cronici che sono i più deboli da seguire con estrema attenzione ma che rappresentano, con l’innalzamento dell’età media della popolazione, una delle sfide del futuro della sanità. In questo momento dobbiamo concentrare ogni risorsa umana ed economica nella vittoria di ogni singola battaglia e della guerra contro il coronavirus, il governo deve fare di tutto per contrastare questa seconda ondata garantendo tranquillità alle famiglie e per la continuità e lo sviluppo dell’economia nazionale”.

Foto di jcomp – it.freepik.com