Una penna smart sarà in grado di scovare i tumori

analysis-2025834_1280Gli scienziati dell’Università del Texas hanno sviluppato una penna, la MasSpec, che può diagnosticare in pochi secondi la presenza e il tipo di tumore.

Ad Austin, in Texas, i ricercatori dell’Università del Texas sono riusciti a sviluppare un dispositivo che in 10 secondi riesce a scovare i tumori solidi. I primi test hanno restituito ottimi risultati. Inoltre l’innovativa penna è 150 volte più veloce nell’individuare il cancro, rispetto agli attuali test diagnostici (ad esempio la biopsia). Oltre ad essere veloce è anche precisa, avendo una precisione nel responso del 96%. Ad oggi, i test sono stati effettuati solo su modello animale, ma visti i grandi risultati, i ricercatori contano di dare il via ai test clinici sull’uomo entro il prossimo anno.

L’obiettivo è quello di avere a disposizione un dispositivo medico completamente automatizzato, biocompatibile e non distruttivo nei confronti dei campioni di tessuti. Il risultato non si distacca molto dal progetto iniziale: il dispositivo ha un design e un funzionamento molto elegante, ma semplice, in modo da poter essere gestito da qualsiasi professionista medico.

La penna è formata da una sonda a mano con la punta di plastica, stampata in 3D. Questa, viene utilizzata per toccare il campione di tessuto. Un complesso sistema a pompa invia una singola goccia d’acqua alla punta della penna, la quale si posiziona sul tessuto per 3 secondi. Successivamente attraverso un tubo flessibile, la goccia d’acqua viene trasportata nello spettrometro di massa, il quale calcola la massa delle molecole presenti nel campione toccato dalla penna. Il tutto, viene assistito dal monitor di un computer: qui sarà poi visibile il risultato, indicando la presenza del tumore, il tipo e in alcuni casi particolari, anche il sottotipo.