Sviluppato il “dolorimetro”, un software che legge il dolore

laptop-2589420_1920Il programma è stato creato da un esperto del Massachusetts Institute of Technology (MIT) e si basa su un algoritmo che analizza il dolore attraverso la visualizzazione di alcuni video, con protagonisti persone che provavano livelli di dolore diversi. La notizia è stata pubblicata sulla rivista scientifica New Scientist.

Capire il livello di dolore del paziente è fondamentale per prescrivere la terapia più adatta, ad esempio dopo un intervento. Oggi non è possibile effettuare una valutazione oggettiva, perché ci si basa soprattutto su quello che il paziente riferisce al medico. In questo modo, si rischia di assumere inutilmente farmaci potenzialmente dannosi, e che potrebbero anche creare dipendenza.

Così è nata l’idea di creare uno strumento che potesse misurare in modo oggettivo il dolore del paziente, basandosi sulle microespressioni facciali, come i micromovimenti di naso e bocca.

Il dolorimetro ha un livello di accuratezza dell’85%, e si pensa che in futuro potrebbe diventare un’app per lo smartphone dei medici, dove saranno presenti ancora più informazioni dei pazienti, come sesso ed età.