Un cerotto per vaccinarsi contro l’influenza

patch-151979_1280I vaccini del futuro potrebbero essere molto diversi da come li consociamo oggi. È stato creato un nuovo tipo di vaccino, sottoforma di cerotto, con stesse funzionalità ed efficacia di quelli tradizionali.

Si chiama vaccine patch, e probabilmente sarà lo standard del futuro nel campo die vaccini: si tratta di un cerotto con 100 microaghi contenenti il vaccino, che dopo aver “iniettato il vaccino” si auto-dissolvono. Un’operazione che dura 5 minuti, effettuabile da soli, e dato che il cerotto non è fatto di nessun materiale speciale, può essere smaltito con molta facilità.

Lo studio è stato realizzato dai ricercatori del Georgia Institute of Technology e della Emory University di Atlanta. I risultati sono stati pubblicati su The Lancet, rivista scientifica specializzata nel settore. Il cerotto è stato testato sugli esseri umani, e se i risultati di sicurezza e di efficacia ottenuti dalla sperimentazione in Fase 1 verranno confermati da altri e più ampi studi, l’utilizzo di questo vaccino avere due principali benefici: il primo sarebbe quello sanitario, perché essendo autosomministrabile, faciliterebbe l’aderenza alla vaccinazione contro l’influenza stagionale; il secondo sarebbe quello economico, perché il nuovo preparato riuscendo a rimanere stabile fino a 40°, può essere conservato e distribuito fuori dalla cosiddetta catena del freddo.

I soggetti analizzati sono state persone tra i 18 e i 49 anni, suddivisi in modo casuale in 4 gruppi: il primo gruppo è stato vaccinato da un medico con il vaccine patch, il secondo con il vaccino tradizionale, il terzo con un vaccine patch placebo, infine i componenti dell’ultimo gruppo che ha applicato autonomamente il vaccine patch.

I risultati sono stati più che ottimi: a 28 giorni dalla vaccinazione, la risposta immunitaria era simile a tutti i gruppi vaccinati, indipendentemente dalla procedura utilizzata (iniezione o cerotto).